Chi Siamo

La Confederazione Imprenditoriale Europea “Euroimprese Alba” è una nuova Confederazione costituita a Febbraio del 2015 in Tirana (Albania), la stessa è stata registrata a Tirana.

L’obiettivo della Costituzione era ed è quello di Assistere e tutelare le imprese micro, piccole e medie Italiane a delocalizzarsi visto la grande crisi dell’Europa e le tassazioni applicate in Italia in un sistema tributario sempre più complicato assieme al costo del lavoro (Cuneo Fiscale) che sta azzerando le Assunzioni nelle aziende con enormi perdite.

Possiamo dire che oggi le cose stanno leggermente migliorando, ma l’obiettivo dell’Albania risulta sempre una soluzione prioritaria.

La stessa Confederazione nel 2016 è stata registrata in Italia con Sede Nazionale in Messina! L’intento è quello di farla riconoscere a Livello Nazionale richiedendo anche i codici (Inps - Inail) propri per avere le nostre tante imprese Associate.

In sintesi “Euroimprese Alba” accoglie all’interno del proprio sistema le Imprese artigiane, commerciali, Imprese Agricole, P.M.I., professionisti e figure intellettuali.

La nostra aggregazione oserei dire internazionale ci permette di essere presente in tutto il territorio Nazionale; in quanto i servizi resi tra tradizionali, creditizie ed innovative sono molteplici.



STATUTO

prev next

ASSOCIAZIONE DI CATEGORIA

Quale è la funzione ESPLETATA

Un’associazione di categoria è un associazione che rappresenta e tutela gli interessi di una specifica categoria produttiva o professionale ovvero l’insieme di persone (fisiche o giuridiche) che esercitano un’attività economica o lavorativa, pubblica o privata.

Caratteristiche

Essa in qualità di unione organizzata che rappresenta e tutela gli operatori economici di un certo settore, assiste l'associato nei rapporti con la controparte, con le istituzioni, con gli enti pubblici, con le altre parti sociali. Inoltre eroga una serie di servizi quali: assistenza contabile e amministrativa, paghe e contributi, aspetti economici e finanziari, rappresentanza sindacale, disbrigo di pratiche burocratiche, consulenza in gestione sicurezza e salute sul posto di lavoro, ambientale e qualità, organizzazione di fiere, seminari e viaggi studio, contrattualistica, formazione, analisi statistiche e raccolta dati.

È una associazione di soggetti esercenti attività in campo economico.

Per le peculiarità dei relativi iscritti, le associazioni di categoria dei lavoratori autonomi o delle microimprese hanno una certa affinità, almeno dal punto di vista formale, con le organizzazioni sindacali dei lavoratori subordinati/parasubordinati. Le associazioni di categoria, svolgendo prevalentemente o integralmente attività a rappresentanza e tutela dei loro aderenti, possono anche essere interlocutori dei sindacati dei lavoratori dipendenti e dei datori di lavoro.

DATORE DI LAVORO

Il datore di lavoro, nell'ambito di un rapporto di lavoro, è una delle parti del contratto di lavoro subordinato. Requisito caratterizzante è quello di avere alle proprie dipendenze un lavoratore subordinato Ciò non di meno, generalmente il datore di lavoro non è assimilabile, come spesso si crede, a una persona fisica (tipo una ditta individuale o chiunque all'infuori di attività professionale), esistendo datori di lavoro con persona giuridica: imprese, società, enti pubblici.

Il datore di lavoro può essere anche un individuo all'infuori di attività d'impresa: si pensi al datore di lavoro domestico, cioè colui che ha alle proprie dipendenze, ad esempio, una colf.

La sua posizione è molto complessa per la compresenza di situazioni attive e passive, di diritti e obblighi corrisposti e correlati con quelli del lavoratore. La loro forma è del tutto libera potendo assumere sia la forma orale sia quella scritta attraverso l'emanazione di circolari o ordini di servizio.

Non è necessario porre in essere particolari forme o atti per essere datore di lavoro, salvo quanto previsto dalla legge.

Poteri del datore di lavoro

Il complesso dei poteri del datore di lavoro viene sintetizzato nell'espressione potere direttivo, che consiste in un insieme di facoltà nei confronti dei lavoratori subordinati:

  • nel potere strettamente direttivo;
  • nel potere di vigilanza e controllo sui lavoratori;
  • nel potere disciplinare.

Obblighi del datore di lavoro

In Italia gli obblighi del datore di lavoro nei confronti dei lavoratori subordinati sono essenzialmente:

  • Obbligo di corrispondere il trattamento economico e normativo dovuto: e cioè la retribuzione (art. 2099 c.c.), con i relativi accessori, e di provvedere agli obblighi previdenziali e assistenziali previsti dalla legge e dal contratto collettivo;
  • Obbligo di garantire la sicurezza sul lavoro;
  • Obbligo di tutelare la privacy dei lavoratori;
  • Obbligo di informazione e formazione nei confronti del prestatore di lavoro (al quale devono essere comunicati qualifica, mansioni, periodi di ferie, prospetto paga, ecc.), e nei confronti del sindacato che deve essere informato non solamente sul rapporto di lavoro in corso di svolgimento, ma anche sulla gestione complessiva dell'impresa;
  • Obbligo di nominare il "Medico Competente" nei casi in cui la legge preveda la sorveglianza sanitaria obbligatoria per i lavoratori a rischio, ai sensi del testo unico sulla sicurezza del lavoro (D. Lgs. n. 81/2008, art. 18, comma 1, lett. a)).

In un'accezione più estensiva, possono essere considerate associazioni di categoria anche quelle organizzazioni che rappresentano interessi non propriamente economico-produttivi (nel senso dello scambio organizzato di beni e servizi) ma che sono al confine con questi, come ad esempio, associazioni culturali nell'ambito della valutazione e promozione di determinati prodotti o persone/animali/cose o territori/beni naturali.